Modernizzazione del registro di commercio – modifica del Codice delle obbligazioni

Il registro di commercio dovrà essere modernizzato. Si prevede la creazione di un registro elettronico centrale che si baserà su un’infrastruttura informatica unitaria. Dal punto di vista della protezione dei dati siamo soprattutto lieti che sia stato riconosciuto un diritto all’oblio, conforme alla normativa sul registro di commercio.

Le iscrizioni nel registro di commercio potranno in futuro essere effettuate direttamente in forma elettronica, integrate in una collezione di dati centrale e pubblicate su Internet. L'indice centrale delle ditte (zefix) diventerà dunque superfluo. Nell'avamprogetto di legge è prevista inoltre una disposizione che permetterà l'utilizzo del numero AVS anche per il registro di commercio. Ciò renderà possibile un aggiornamento automatico dei dati e l'obbligo di notifica dei cambiamenti di nome o di nazionalità verrà a cadere. Il numero AVS non sarà accessibile al pubblico. Da parte nostra abbiamo tuttavia criticato il fatto che nel progetto iniziale non venisse specificato in maniera sufficientemente dettagliata quali categorie di persone potranno avere accesso a questo numero.

La riorganizzazione del registro di commercio è intesa a semplificare la collaborazione tra le autorità competenti. Mediante l'assistenza amministrativa sarà possibile verificare nel registro di commercio le iscrizioni di altri servizi - eccetto nei casi in cui dovessero vigere prescrizioni in materia di protezione del segreto. Per migliorare l'identificazione, al registro di commercio sarà poi collegato un registro delle persone. Poiché l'avamprogetto non precisava tuttavia quali campi di dati dovranno essere resi accessibili in questo registro delle persone, abbiamo fatto notare che gli organi della Confederazione possono permettere l'accesso a dati personali degni di particolare protezione mediante procedura di richiamo informatizzata solo se questo accesso è stato sufficientemente regolamentato a livello legislativo.

Nell'ambito della consultazione degli uffici abbiamo infine nuovamente sottolineato le difficoltà legate alla pubblicazione in Internet senza limiti di tempo dei dati del registro di commercio. Siamo dell'opinione che in questo campo si debba tenere conto di tutti gli interessi in gioco. L'interesse pubblico alla disponibilità di vecchi dati in Internet (ad esempio i dati relativi a un'impresa cancellata una volta scaduti i termini di prescrizione) dovrebbe essere soppesato tenendo conto dell'interesse privato della persona a una cancellazione di questi dati. Esistono altri canali di pubblicazione che rispettano il principio di proporzionalità meglio di Internet.

Le nostre obiezioni sono state accolte dall'Ufficio federale di giustizia. Nel testo messo a punto per la consultazione è stato incluso un diritto all'oblio adeguato al diritto del registro di commercio. Approviamo questo adeguamento e seguiremo con interesse gli ulteriori sviluppi in questo campo. Per altre informazioni su questo tema si veda il punto precedente (Invio di documenti giustificativi del registro di commercio via Internet) del presente rapporto d'attività.

https://www.edoeb.admin.ch/content/edoeb/it/home/documentazione/rapporti-d-attivita/20--rapporto-d-attivita-2012-2013/modernizzazione-del-registro-di-commercio--modifica-del-codice-d.html