Social media: monitoraggio conforme alla protezione dei dati

Per aziende e autorità diventa sempre più importante sapere cosa si dice di loro nei media sociali. Da questa esigenza è nato il « social media monitoring».

Negli ultimi tempi, i media sociali quali Facebook, Google+, XING, Twitter o i blog hanno assunto, rispetto ai canali mediatici tradizionali (giornali, radio, televisione), sempre più importanza anche per aziende, autorità e organizzazioni. Esse desiderano infatti sapere che cosa si dice di loro in questi media in modo da poter reagire adeguatamente. Affinché un'azienda possa farsi rapidamente un'idea di come è rappresentata nei media sociali, si sono affermati sul mercato fornitori specializzati che hanno sviluppato strumenti e servizi per l'osservazione di questi siti, ovvero per il cosiddetto «social media monitoring».

Nell'ambito del monitoraggio dei media sociali occorre tuttavia rispettare le esigenze della protezione dei dati: se determinate persone (fisiche o giuridiche), identificate o identificabili, sono sotto osservazione, siamo in presenza di un trattamento dei dati ai sensi della legge sulla protezione dei dati, e tale trattamento può concernere sia i contenuti delle comunicazioni diffuse sia i relativi autori. Questi ultimi pubblicano scientemente i loro testi sulle piattaforme dei media sociali per esprimere un'opinione o partecipare a una discussione, ma ciò non significa che lo scopo originario del trattamento dei dati includa necessariamente anche il monitoraggio. In altre parole, la legge non si applica automaticamente a qualunque trattamento di dati tecnicamente possibile. Secondo la legge sulla protezione dei dati, infine, anche dati già pubblicati non possono essere impiegati per altri scopi.

L'IFPDT raccomanda di utilizzare il social media monitoring limitando il trattamento dei dati al minimo indispensabile ai fini dell'analisi. Dai risultati del monitoraggio non deve essere possibile risalire a persone specifiche. Gli utenti delle piattaforme dei media sociali devono essere informati del fatto che le piattaforme sono monitorate.

Ulteriori informazioni sono disponibili qui.

https://www.edoeb.admin.ch/content/edoeb/it/home/documentazione/rapporti-d-attivita/20--rapporto-d-attivita-2012-2013/social-media--monitoraggio-conforme-alla-protezione-dei-dati.html