Consegna di registrazioni video alle autorità di perseguimento penale

Il gestore di un impianto di videosorveglianza che consegna registrazioni video a un'autorità che le ha richieste sulla base di una decisione non incorre in alcuna sanzione. Se non è emanata una decisione ufficiale, il gestore dovrebbe invece valutare preventivamente con attenzione la situazione, perché la responsabilità della legittimità della consegna delle immagini è sua.

Se un'autorità di perseguimento penale, nell'ambito di un procedimento, richiede immagini video fondandosi su una decisione ufficiale, il gestore di un impianto di videosorveglianza è obbligato a consegnargliele: in tal caso la consegna delle immagini è senz'altro giustificata. Se l'autorità richiede le immagini al di fuori di un procedimento penale, la consegna può essere giustificata se vi è un interesse pubblico preponderante. Spetta al gestore dell'impianto di videosorveglianza ponderare e decidere se vi è realmente un interesse pubblico preponderante. La decisione, che può essere delicata, dovrebbe essere presa sulla base delle considerazioni qui di seguito esposte.

  • Dapprima si deve valutare chi ha richiesto la consegna delle immagini. Senza una decisione le immagini dovrebbero essere consegnate soltanto ad autorità di perseguimento penale. Per assecondare le richieste avanzate da altre autorità o da privati si dovrebbe invece sempre esigere una decisione ufficiale.
  • In seguito, il gestore deve verificare a che scopo sono state richieste le immagini. Questo significa che la richiesta scritta deve sempre essere motivata. La consegna di immagini senza una decisione ufficiale è giustificata soltanto se in tal modo è tutelato un interesse superiore. Il gestore deve rifiutare le richieste immotivate o con finalità di poca importanza. Se consegna immagini senza che sia stata emanata una decisione o che vi sia un interesse preponderante, può essere chiamato a risponderne. In caso di dubbio dovrebbe dunque esigere una decisione ufficiale.
  • Se il gestore di un impianto di videosorveglianza conclude che la consegna di immagini è giustificata, deve visionare il materiale filmato ed estrarre le sequenze pertinenti per la richiesta. Egli deve consegnare soltanto queste immagini.

Informazioni più dettagliate sul tema sono disponibili nelle «Spiegazioni sulla consegna di immagini video alle autorità».

https://www.edoeb.admin.ch/content/edoeb/it/home/documentazione/rapporti-d-attivita/21--rapporto-d-attivita-2013-2014/consegna-di-registrazioni-video-alle-autorita-di-perseguimento-p.html