Droni e protezione dei dati

Ci siamo incontrati con l'Ufficio federale dell'aviazione civile per discutere sui droni equipaggiati con telecamera e siamo stati sentiti a tale proposito dalla Commissione dei trasporti e delle telecomunicazioni del Consiglio nazionale. Siamo dell'avviso che la situazione dei droni debba essere esaminata in modo più approfondito sotto il profilo della protezione dei dati e che occorrerebbe prevedere disciplinamenti speciali e/o un regime di autorizzazione.

Sul mercato sono in vendita droni a prezzi sempre più accessibili e facili da manovrare. I droni sono aerei telecomandati, generalmente di piccole dimensioni, che sotto il profilo giuridico sono assimilati ad aeromodelli. Fino ad un peso di 30 kg non è di norma necessaria un'autorizzazione, sempre che il «pilota» mantenga in ogni momento il contatto visivo con il drone. I droni sono sempre più spesso muniti di una telecamera e utilizzati per scopi privati e commerciali.

È molto semplice sorvolare e filmare con un drone giardini, edifici, uffici privati. I droni consentono inoltre di riprendere luoghi ai quali non si può accedere a piedi. Le riprese video possono essere effettuate all'insaputa delle persone interessate. Talvolta il drone è scoperto quando sta già effettuando le riprese. Inoltre, non sempre è possibile identificare la persona che pilota il drone. In alcuni casi i piloti nemmeno sanno che ciò che stanno facendo è illegale (ed eventualmente pure sanzionabile), in altri assumono il rischio in piena consapevolezza. Le immagini riprese con il drone possono essere facilmente pubblicate in Internet, ciò che rende ancor più spinosa la questione della protezione dei dati.

Visto il problema, abbiamo formulato le esigenze sotto il profilo della legislazione sulla protezione dei dati per quanto riguarda questo genere di filmati e pubblicato le relative spiegazioni Videosorveglianza con droni nella sfera privata sul nostro sito web.

Inoltre, ci siamo intrattenuti con l'Ufficio federale dell'aviazione civile (UFAC) e con l'Ufficio federale di giustizia (UFG). Siamo anche stati sentiti dalla Commissione dei trasporti e delle telecomunicazioni del Consiglio nazionale. Tutti i partecipanti alla seduta sono stati d'accordo che una delle maggiori difficoltà per quanto riguarda l'impiego dei droni è di garantire il rispetto dei diritti delle persone interessate. La Commissione ha deciso di limitarsi, per il momento, a seguire la situazione. 

A nostro avviso nell'impiego dei droni muniti di videocamera l'aspetto della protezione dei dati dovrebbe essere esaminato più a fondo. Occorre in particolare verificare se non sia opportuno introdurre disciplinamenti speciali e/o un regime di autorizzazioni ed esaminare come sensibilizzare il grande pubblico al problema.

https://www.edoeb.admin.ch/content/edoeb/it/home/documentazione/rapporti-d-attivita/21--rapporto-d-attivita-2013-2014/droni-e-protezione-dei-dati.html