Principio di trasparenza

Domande di accesso

Secondo i dati che ci sono pervenuti, nel 2013 sono state depositate presso le autorità federali 469 domande di accesso. In 218 casi le autorità hanno accordato un accesso completo e in 103 casi un accesso parziale. In 122 casi l'accesso ai documenti è stato totalmente rifiutato; 18 domande sono state ritirate, in oltre la metà dei casi a causa dell'esosità degli emolumenti richiesti dalle autorità. Alla fine dell'anno erano pendenti ancora otto casi.

Per quanto riguarda il numero totale di domande d'accesso e la prassi delle autorità a questo proposito, le cifre forniscono un quadro generale di stabilità rispetto agli anni precedenti. Questi risultati indicano che la legge sulla trasparenza (LTras) è oramai considerata dai privati e dai professionisti dei media un mezzo utile ed efficace per ottenere informazioni. La nostra speranza è che la notorietà e l'utilità della LTras aumentino ulteriormente.

Per quanto riguarda gli Uffici, è l'UFSP che nel 2013 ha ricevuto il maggior numero di domande di accesso (33), seguito dall'UFAG (30), dall'IFSN (26) e dall'UFE (24). A livello di Dipartimenti, particolarmente sollecitati sono stati il DATEC (100), il DFI (92) e il DFAE (73). Il DFAE sembra tra i più favorevoli al principio di trasparenza: su un totale di 73 domande d'accesso, per 63 è stato concesso l'accesso completo, per 5 l'accesso parziale e soltanto per le restanti 5 la domanda è stata rifiutata. Su 71 autorità, 19 ci hanno informato di non aver ricevuto nel 2013 alcuna domanda d'accesso. Nel corso dell'anno in rassegna, l'incaricato ha da parte sua ricevuto 14 domande d'accesso: 10 sono state accolte totalmente, per 3 è stato concesso l'accesso parziale, mentre una è stata rifiutata.

Come nel corso dell'anno precedente, gli emolumenti richiesti dalle autorità sono stati relativamente modesti: 6502,50 franchi (nell'anno precedente 6300 franchi). È interessante notare a tale proposito che tre Dipartimenti e la Cancelleria federale non hanno prelevato alcun emolumento, mentre quattro altri Dipartimenti hanno parzialmente fatturato il tempo di lavoro ai richiedenti. Quasi la metà dei 6502,50 franchi sono stati fatturati dall'Ispettorato federale della sicurezza nucleare (IFSN). Benché soltanto 2015 franchi siano imputabili a unità dell'Amministrazione federale centrale, la Conferenza dei segretari generali (CSG) ha ritenuto necessario costituire un gruppo di lavoro per elaborare direttive sulla riscossione di emolumenti per le domande d'accesso secondo la LTras (cfr. n. 2.6.1 del presente rapporto d'attività).

Per quanto riguarda l'onere di lavoro provocato dalle domande d'accesso, ribadiamo che le autorità non sono tenute a conteggiare le ore di lavoro per il loro disbrigo. Inoltre, non vi è alcuna direttiva sul conteggio uniforme del tempo di lavoro applicabile all'insieme dell'Amministrazione federale. Questi dati, che ci sono trasmessi su base volontaria, sono pertinenti soltanto in una certa misura. Stando a queste cifre, l'onere di lavoro è per la prima volta diminuito (2010: 815 ore; 2011: 1519 ore; 2012: 2155 ore; 2013: 1707 ore). Sono invece aumentate più del 60 per cento le ore per la partecipazione a procedure di conciliazione: da 480 ore nel 2012 a 778 ore nel 2013.

Domande di mediazione

Nel 2013 sono state presentate in totale 76 domande di mediazione (2012:78). Contrariamente all'anno precedente, la maggior parte delle domande sono state presentate da privati (27 domande) e da giornalisti (24). Queste cifre consento di trarre le seguenti indicazioni: su un totale di 225 domande, l'Amministrazione federale aveva rifiutato completamente l'accesso 122 volte e l'aveva concesso parzialmente 103 volte. A seguito di questi rifiuti completi o parziali, 76 domande di mediazione sono stato presentate a noi. Questo significa che il 30 per cento degli accessi completamente o parzialmente rifiutati sono stati seguiti da una domanda di mediazione.

In totale, nel 2013 sono state portate a termine 81 procedure di mediazione. Tra queste, 31 sono state depositate nel 2013, 30 nel 2012 e 17 nel 2011. In 16 casi abbiamo trovato un accordo consensuale con le parti implicate. Abbiamo emesso raccomandazioni in 37 casi nei quali non è stato possibile risolvere il caso in via amichevole. 13 domande di mediazione sono state ritirate e in sette casi, le condizioni d'applicazione della LTras non erano date. In quattro casi la domanda di mediazione non è stata presentata entro il termine prescritto.

Vista la persistente sottodotazione di personale i richiedenti continuano ad attendere più dei 30 giorni previsti dalla legge prima che abbia luogo la procedura di mediazione.

https://www.edoeb.admin.ch/content/edoeb/it/home/documentazione/rapporti-d-attivita/21--rapporto-d-attivita-2013-2014/principio-di-trasparenza.html