Revisione totale della legge federale sulla sorveglianza della corrispondenza postale e del traffico delle telecomunicazioni

Nel corso dell'anno in rassegna abbiamo preso posizione davanti alla Commissione degli affari giuridici del Consiglio degli Stati a proposito della revisione totale della legge federale sulla sorveglianza della corrispondenza postale e del traffico delle telecomunicazioni. È stato affrontato anche il tema della pubblicazione di dati secondari acquisiti nel quadro di una sorveglianza retroattiva.

Nel secondo semestre del 2013 siamo stati invitati dalla Commissione degli affari giuridici del Consiglio degli Stati (CAG-S) alle sedute dedicate al progetto di revisione totale della legge federale sulla sorveglianza della corrispondenza postale e del traffico delle telecomunicazioni (LSCPT). Dinanzi alla CAG-S abbiamo rammentato la nostra posizione già espressa in occasione della consultazione degli uffici, ossia che l'ingerenza in un diritto fondamentale sancito dalla Costituzione richiede una base legale formale e materiale formulata in termini sufficientemente precisi. Abbiamo anche rilevato che la conservazione dei dati deve rimanere proporzionata dal punto di vista temporale rispetto alla finalità perseguita (cfr. 20° rapporto d'attività 2012/2013, n. 1.4.5 e 19° rapporto d'attività 2011/2012, n. 1.4.8, ambedue in tedesco).

In questo contesto, la Commissione ci ha pregati di pronunciarci a proposito della decisione del Tribunale federale del 22 gennaio 2013 concernente il deposito di dati secondari acquisiti nel quadro di una sorveglianza retroattiva. A nostro avviso, i fornitori di servizi di telecomunicazioni devono conservare i dati secondari non oltre i sei mesi richiesti dalla LSCPT, sempre che non vi sia un'altra giustificazione (p. es. una remunerazione dovuta). Devono dunque configurare i loro sistemi di gestione in modo tale che i dati secondari e i dati relativi al traffico non più necessari siano cancellati automaticamente. In caso contrario, secondo il Tribunale federale, le autorità di perseguimento penale hanno la possibilità di richiedere i dati non cancellati.

https://www.edoeb.admin.ch/content/edoeb/it/home/documentazione/rapporti-d-attivita/21--rapporto-d-attivita-2013-2014/revisione-totale-della-legge-federale-sulla-sorveglianza-della-c.html