Assicurazioni complementari: cancellazione dei dati della richiesta

Ci è stato riferito a più riprese che alcune assicurazioni complementari non hanno cancellato i dati relativi alla salute di richiedenti con cui non era stato stipulato un contratto. L’assicurazione deve tuttavia cancellare spontaneamente questi dati.

Un'assicurazione complementare non è tenuta ad accogliere qualsiasi persona. Ha infatti il diritto di verificare lo stato di salute del richiedente e di accogliere la sua domanda con riserva o di respingerla del tutto. Con la compilazione e l'invio del modulo di domanda, il richiedente autorizza l'assicurazione al trattamento dei dati per la verifica della richiesta. Di norma, nel questionario, oltre alle informazioni personali il richiedente deve anche fornire indicazioni sul suo stato di salute. Spesso, per poter procedere a una verifica di questi dati, nel modulo gli assicuratori esortano il richiedente a liberare dal segreto professionale il proprio medico curante.

Dopo la fase di verifica dei dati, se è avvenuto un rifiuto della domanda o vi è stata applicata una riserva il contratto non viene stipulato. In queste situazioni l'assicurazione complementare continua comunque a detenere i dati della persona. Tuttavia, il richiedente ha acconsentito al trattamento dei dati soltanto nel quadro della verifica della sua domanda. Pertanto, l'assicurazione complementare deve cancellare i dati senza che sia necessario un invito espresso da parte del richiedente. Occorre prestare grande attenzione ai dati riguardanti la salute, poiché si tratta di informazioni degne di particolare protezione.

Abbiamo ingiunto gli assicuratori di cancellare i dati, nel caso in cui non l'avessero fatto anche dopo l'invito della persona interessata. È vero altresì che l'obbligo di cancellazione va contro gli interessi dell'assicurazione. L'assicurazione complementare, infatti, desidera sapere chi ha fatto una richiesta e per quale motivo è stata respinta, in modo da non dover procedere agli stessi accertamenti nel caso in cui la persona faccia una nuova domanda. Riteniamo motivato l'interesse dell'assicurazione di memorizzare nel suo sistema, per un certo periodo di tempo, le informazioni personali del richiedente e una breve motivazione del rifiuto della domanda. Sarebbe invece eccessivo conservare tutti i moduli di domanda contenenti indicazioni mediche e altre simili informazioni fornite dal richiedente.

https://www.edoeb.admin.ch/content/edoeb/it/home/documentazione/rapporti-d-attivita/22--rapporto-d-attivita-2014-2015/assicurazioni-complementari--cancellazione-dei-dati-della-richie.html