Controllo dei logfiles presso la Segreteria di Stato per la migrazione, utente finale del SIS

Nel quadro degli accordi di associazione alla normativa di Schengen, nell’anno in rassegna abbiamo eseguito un controllo presso la Segreteria di Stato per la migrazione (SEM). Oggetto della verifica sono stati i logfiles generati dall’utilizzo del sistema d’informazione di Schengen (SIS) da parte della SEM. Dall’analisi dei logfiles è risultato che l’accesso delle sezioni regionali al SIS è conforme alle norme.

Nel quadro degli accordi di associazione alla normativa di Schengen svolgiamo controlli annuali presso gli utenti finali del SIS. Quest'anno ci siamo concentrati sulle sezioni regionali della Segreteria di Stato per la migrazione (SEM, ex Ufficio federale della migrazione, UFM), i cui compiti principali sono il trattamento di casi individuali nel settore dei visti, l'approvazione di permessi di soggiorno e l'elaborazione di misure di respingimento. Per tutta la durata della procedura di controllo, il nostro principale interlocutore è stato il consulente della SEM per la protezione dei dati.

Per svolgere questo controllo abbiamo scelto tre sezioni regionali della SEM in modo aleatorio. Dopo aver annunciato alla SEM il nostro controllo abbiamo ricevuto la lista dei collaboratori delle tre sezioni interessate; abbiamo contattato tempestivamente l'Ufficio federale di polizia (fedpol) affinché ci fornisse i logfiles in cui figurano gli accessi dei collaboratori al SIS nella settimana da noi selezionata. Il controllo è stato annunciato alla SEM, mentre ai collaboratori non è stato detto che i loro accessi al sistema sarebbero stati analizzati.

L'analisi è stata condotta nei nostri locali sulla base dei documenti fornitici da fedpol. L'esame di verifica ha riguardato principalmente il numero degli accessi per sezione e collaboratore, nonché il contenuto delle ricerche effettuate dai collaboratori.

In questo modo si è potuto constatare che nelle tre sezioni vigono pratiche diverse: in particolare abbiamo rilevato che i collaboratori, che sono i diretti responsabili delle ricerche nel sistema, non svolgono tutti la stessa funzione. Comunque non sono stati riscontrati usi illeciti, né si sono osservate ricerche sospette o improprie. È stato così possibile concludere la procedura di verifica senza dover condurre ispezioni sul posto.

https://www.edoeb.admin.ch/content/edoeb/it/home/documentazione/rapporti-d-attivita/22--rapporto-d-attivita-2014-2015/controllo-dei-logfiles-presso-la-segreteria-di-stato-per-la-migr.html