Legge federale concernente la cartella del paziente informatizzata

Nel quadro della consultazione degli uffici, abbiamo espresso il nostro parere in merito al progetto di una nuova legge federale sulla cartella del paziente informatizzata che disciplina aspetti importanti quali ad esempio l’accesso al dossier. Su nostra richiesta, nel progetto di legge è stato tenuto conto di alcune richieste centrali concernenti la protezione dei dati. La procedura di consultazione del progetto è stata avviata alla fine del 2011.

La cartella del paziente informatizzata è l'elemento centrale di eHealth. Si tratta di un dossier virtuale che permette l'accesso online del paziente a dati registrati in maniera decentralizzata importanti per il suo trattamento. Si tratta di dati personali particolarmente sensibili la cui elaborazione deve essere disciplinata in maniera concreta e vincolante. Per questo motivo abbiamo chiesto che le esigenze di protezione e sicurezza dei dati vengano menzionate esplicitamente nella legge quali condizioni di certificazione.

Per quel che concerne il consenso, abbiamo chiesto che questo sia valido solo se dato spontaneamente dopo aver ricevuto le opportune informazioni sul modo di elaborazione dei dati e sugli effetti. Il progetto di legge è stato adeguato in conseguenza.

Gli identificatori sono le caratteristiche che permettono di identificare una persona. L'autentificazione controlla che una persona sia veramente quella che dichiara di essere. Ad autentificazione avvenuta, la persona può essere autorizzata ad accedere ai propri dati. La qualità del procedimento dipende dalla qualità degli identificatori. Se questi comprendono caratteristiche non idonee, sussiste il pericolo che la persona non possa essere chiaramente identificata. L'Ufficio centrale di compensazione (UCC) stesso, che attribuisce i nuovi numeri AVS (NAVS13), ritiene che circa 200 000 persone abbiano ricevuto più di un numero NAVS13. Per questo motivo l'UCC raccomanda di collegare il numero AVS ad almeno cinque altre caratteristiche. Da parte nostra, condividiamo il loro parere.

Inoltre chiediamo che il numero NAVS13 non permetta di stabilire un collegamento diretto o indiretto con i dati sanitari, perché il loro uso sempre più frequente nell'amministrazione (federale e cantonale) permette numerose correlazioni con altri dati. Secondo il progetto di legge, il Consiglio federale può prevedere che le comunità certificate possano utilizzare il numero d'assicurato come carattere identificativo dei pazienti. In tali casi raccomandiamo di trasformare il NAVS13 in maniera sistematica di modo che possa essere utilizzato come numero settoriale.

https://www.edoeb.admin.ch/content/edoeb/it/home/documentazione/rapporti-d-attivita/vecchi-rapporti/19--rapporto-d-attivita-2011-2012/legge-federale-concernente-la-cartella-del-paziente-informatizza.html