Responsabilità

Di chi è la responsabilità se l'impiegato di una ditta comunica dati a terzi non autorizzati o viola in altro modo la LPD?

Le disposizioni penali della LPD (Art. 35) sono rivolte contro le persone naturali che hanno commesso il reato (rivelazione illecita di dati personali degni di particolare protezione o di profili della personalità). Se il crimine o delitto non può, per carente organizzazione interna, essere ascritto a una persona fisica determinata, il crimine o il delitto è ascritto all’impresa (responsabilità penale sussidiaria della persona giuridica).

Come può premunirsi una società contro le disposizioni penali della LPD? È sufficiente che ogni collaboratore sia a conoscenza della LPD o si deve creare un sistema completo di protezione dei dati?

Per minimizzare il rischio che gli impiegati violino la LPD, è opportuno informare in modo completo e sensibilizzare i collaboratori e adottare contemporaneamente misure preventive a livello tecnico organizzativo.

https://www.edoeb.admin.ch/content/edoeb/it/home/protezione-dei-dati/handel-und-wirtschaft/imprese/responsabilita.html