Procure nell’ambito dell’assicurazione collettiva d’indennità giornaliera per malattia secondo la LCA

I datori di lavoro concludono di solito con i loro collaboratori un’assicurazione collettiva d’indennità giornaliera per malattia secondo la legge federale sul contratto d’assicurazione (LCA). In caso di perdita di lavoro da parte di una persona assicurata l’assicuratore può raccogliere informazioni presso medici curanti o altri servizi per poter chiarire il proprio obbligo alle prestazioni. A tal fine egli necessita di una procura della persona assicurata per l’evento assicurato specifico. Conferendo la procura, la persona assicurata esonera da obblighi legali o contrattuali di tutela del segreto (esonero dall’obbligo del segreto) anche tutte le persone o i servizi che dispongono di informazioni utili per chiarire l’evento. Ciò garantisce che le informazioni giungano agli assicuratori nel rispetto della legge.  

Nel formulare la procura gli assicuratori d’indennità giornaliera dispongono di un ampio margine di manovra. Secondo la giurisprudenza vigente, l’assicuratore decide quali informazioni gli sono necessarie per valutare il suo obbligo alle prestazioni e per calcolare il volume della sua prestazione nel caso concreto. Nel contempo, l’assicuratore che chiede una procura è vincolato al principio di proporzionalità (art. 4 cpv. 2 legge sulla protezione dei dati, LPD). Ciò significa che la procura concerne il caso concreto e va circoscritta alle informazioni necessarie. Una procura globale suscettibile di giustificare qualsiasi comunicazione di dati va qualificata come non valida.

Ciononostante, le procure presentano spesso una formulazione molto estesa e menzionano tutta una serie di persone o servizi quali possibili fonti d’informazione. Contengono anche un’autorizzazione per la trasmissione di informazioni a tali persone e servizi. Questa condizione è senz’altro opportuna poiché per l’assicuratore d’indennità giornaliera non è fin da subito evidente a quali persone o servizi debba rivolgersi, quali informazioni debba raccogliere o se occorra coinvolgere anche altri assicuratori (ad es. l’assicurazione contro gli infortuni).

Anche a tale riguardo è determinante il principio di proporzionalità. Le persone e i servizi interpellati dagli assicuratori d’indennità giornaliera possono fornire informazioni soltanto nella misura in cui le stesse siano di effettiva importanza per l’evento concreto. Disporre di una procura non significa che il medico o anche un altro assicuratore (ad es. l’assicuratore malattie) possano trasmettere un’intera cartella medica o un dossier assicurativo completo agli assicuratori d’indennità giornaliera. Specialmente le documentazioni che si estendono su più anni possono essere trasmesse agli assicuratori d’indennità giornaliera soltanto se le informazioni in esse contenute sono effettivamente rilevanti per l’evento concreto.

Va inoltre considerato che la persona assicurata ha un obbligo di cooperazione e deve contribuire al chiarimento della fattispecie. In tal senso, è tenuta a trasmettere essa stessa informazioni o a renderne possibile la trasmissione, cosa che comporta l’esonero dagli obblighi contrattuali o legali di tutela del segreto menzionati. L’assicuratore può rifiutare le prestazioni in tutto o in parte nel caso in cui la persona assicurata non adempia sufficientemente tale obbligo.

Per essere valida, la procura conferita nell’ambito dell’assicurazione d’indennità giornaliera deve quindi riguardare un evento assicurativo concreto e dev’essere circoscritta alle informazioni necessarie per tale evento. Una formulazione estesa della procura non significa automaticamente che la stessa sia sovradimensionata e di conseguenza non valida. È necessario invece che anche le persone e i servizi interpellati dall’assicuratore si attengano al principio della proporzionalità. In caso contrario esse agiscono al di fuori della procura e potrebbero rendersi persino punibili.

Webmaster
Ultima modifica 28.03.2018

Inizio pagina

https://www.edoeb.admin.ch/content/edoeb/it/home/protezione-dei-dati/versicherungen/assicurazione-malattie-infortuni/vollmachten/procure.html