Censimento 2010

Nel 2010, grazie all'armonizzazione dei registri, il censimento della popolazione sarà effettuato per la prima volta secondo il nuovo sistema. Questo permetterà di raccogliere e trattare ogni anno numerosi dati. Abbiamo accompagnato diversi progetti e abbiamo constatato che gli attori sono in linea di massima sensibili alle questioni legate alla protezione dei dati.

Per la prima volta il censimento 2010 sarà eseguito secondo un sistema reso possibile dall'armonizzazione dei registri che consiste nel raccogliere i dati di base dei registri cantonali degli abitanti, dei principali registri federali e del registro federale degli edifici e delle abitazioni. Oltre a un'indagine per campione che coinvolge 200 000 cittadini, viene condotta anche una rilevazione tematica presso 10 000-40 000 persone sui trasporti che utilizzano e sul grado di mobilità. Infine verranno organizzate diverse rilevazioni minori, cosiddette omnibus, su temi scelti dall'Ufficio federale di statistica (UFS). Per i cittadini interessati è importante sapere che il censimento della popolazione non è un grande progetto unico di statistica che ha luogo ogni 10 anni; in futuro l'UFS raccoglierà e tratterà ogni anno ingenti volumi di dati nell'ambito del censimento.

Le rilevazioni secondo il nuovo sistema entreranno nella fase produttiva soltanto a partire dalla metà del 2010. Abbiamo accompagnato l'UFS nei lavori e abbiamo preso posizione su diversi progetti concernenti la protezione dei dati. Per quanto possiamo constatare, i nostri suggerimenti sono stati seguiti. Continueremo ad accompagnare da vicino il censimento e abbiamo già previsto i controlli del caso.

Nell'ambito dei lavori preparatori per il censimento la Posta agisce in qualità di prestatore di servizi privato per l'attribuzione iniziale dell'identificatore di abitazioni. I comuni urbani di grandi dimensioni e alcuni Cantoni hanno già fatto ricorso a questa prestazione che ha però sollevato vari problemi legati alla protezione dei dati, non facili da risolvere a causa della ripartizione delle competenze tra la Confederazione e i Cantoni. Abbiamo consigliato la Posta in merito e le abbiamo indicato, laddove necessario, i servizi competenti.

Oltre alla Posta, diversi altri attori parteciperanno al censimento. L'UFS ha messo a concorso e ha aggiudicato i mandati corrispondenti, mentre noi abbiamo controllato i contratti quanto alle clausole di protezione dei dati. In occasione di questo controllo abbiamo ricordato all'UFS che deve controllare l'applicazione delle disposizioni in materia di protezione dei dati. Un altro problema constatato già durante l'ultimo censimento concerne il principio della destinazione vincolata che vieta ai prestatori esterni di utilizzare per altri scopi i dati raccolti a fini statistici durante i censimenti. Seguiremo questi sviluppi nell'ambito del nostro obbligo di vigilanza.

https://www.edoeb.admin.ch/content/edoeb/it/home/documentazione/rapporti-d-attivita/vecchi-rapporti/17--rapporto-d-attivita-2009-2010/censimento-2010.html