Parere sul registro degli incidenti stradali (Via Sicura)

Abbiamo espresso il nostro parere sul progetto di registro degli incidenti stradali, che comprende un registro per la rilevazione e un registro per la valutazione. Siccome verranno trattati anche dati personali, una legge formale deve prevedere il trattamento dei dati.

Nell'ambito della consultazione degli uffici abbiamo espresso il nostro parere in merito alla nuova ordinanza sul registro degli incidenti stradali, che deve permettere una rilevazione più uniforme e una valutazione centrale degli incidenti stradali, rispettivamente mediante il registro per la rilevazione e il registro per la valutazione. Quest'ultimo dovrebbe inoltre essere connesso ad altri sistemi d'informazione dell'Ufficio federale delle strade (USTRA). Nel nostro parere abbiamo in particolare attirato l'attenzione sul fatto che un'ordinanza non è sufficiente per disciplinare il registro degli incidenti stradali, poiché nel suo ambito vengono trattati anche dati personali particolarmente sensibili. Per questo motivo occorre prevedere esplicitamente un simile trattamento in una legge in senso formale.

Abbiamo anche fatto notare che nell'ordinanza le nozioni di pseudonimizzazione e di anonimizzazione sono state confuse. Abbiamo constatato che, contrariamente ai dati anonimizzati, anche i dati pseudonomizzati devono essere considerati dati personali nel senso della legge sulla protezione dei dati. Un modo per anonimizzare i dati pseudonomizzati è l'impiego della cosiddetta funzione hash. Siccome questo processo non è reversibile (o lo è soltanto mediante mezzi sproporzionati), è praticamente impossibile ritrovare lo pseudonimo e quindi identificare la persona in questione.

Abbiamo partecipato a una riunione dell'USTRA per discutere delle basi legali mancanti. Poiché è previsto di creare le basi legali necessarie per il registro degli incidenti stradali durante la revisione della legge sulla circolazione stradale (progetto Via sicura), si trattava principalmente di trovare una soluzione transitoria per tre anni o fino all'entrata in vigore della revisione. In occasione della detta seduta sono state discusse diverse soluzioni. Abbiamo notato con piacere che l'USTRA manifesta un vero interesse a trovare una soluzione conforme alle esigenze della protezione dei dati.

https://www.edoeb.admin.ch/content/edoeb/it/home/documentazione/rapporti-d-attivita/vecchi-rapporti/17--rapporto-d-attivita-2009-2010/parere-sul-registro-degli-incidenti-stradali--via-sicura-.html