Rapporti di operazioni e di dimissioni dall’ospedale

Nell’ambito dell’assicurazione malattia obbligatoria, gli assicuratori contro le malattie devono poter giudicare se le prestazioni fornite soddisfano l'imperativo di economicità. Le prestazioni offerte a carico dell’assicurazione malattia obbligatoria devono essere efficaci, appropriate ed economiche (art. 32 cpv. 1 della legge federale sull’assicurazione malattie; LAMal). Secondo l’articolo 42 capoverso 3 LAMal, il fornitore di prestazioni consegna una fattura dettagliata e comprensibile, affinché l’assicurazione malattia possa valutare l’obbligo di assunzione delle prestazioni. Spesso però la maggior parte degli assicuratori esige che gli ospedali e i ricoveri trasmettano loro integralmente i rapporti di operazione e di dimissione dall’ospedale.

Il rapporto di dimissione dall'ospedale illustra il caso di una/un paziente che è stato ricoverato/a all'ospedale od ospitato/a in un istituto. In linea di massima esso contiene tutte le diagnosi e i commenti e, se necessario, una discussione nonché il trattamento da seguire dopo l'uscita dall'ospedale. Lo scopo principale di un rapporto di dimissione dall'ospedale è quindi quello di informare il medico responsabile della terapia successiva.

Il rapporto di operazione consiste nel descrivere lo svolgimento dell'operazione, dando informazioni sulla durata dell'anestesia di una persona, sulla quantità di sangue che le è stato trasfuso, sulle azioni tecniche intraprese dal chirurgo e dal personale coinvolto nell'operazione.

Pertanto sia i rapporti di dimissione dall'ospedale sia quelli di operazione contengono dati personali sensibili ai sensi della legge sulla protezione dei dati inerenti ai pazienti e agli assistiti. Per legge il trattamento di dati personali particolarmente degni di protezione sottostà ad esigenze più restrittive. Per trattamento di dati personali si intende anche la comunicazione a terzi nonché l'acquisizione di questi dati da parte di terzi, ossia la trasmissione dei rapporti di operazioni e di dimissioni dall'ospedale agli assicuratori e rispettivamente l'acquisizione di questi rapporti da parte degli assicuratori. I dati possono essere trasmessi solo osservando i principi generali per il trattamento applicabili in materia di protezione dei dati come la legalità, la finalità, la proporzionalità e la esattezza.

Scopo della raccolta di dati da parte degli assicuratori

L'assicuratore raccoglie dati riguardanti gli assicurati per definire l'obbligo di assunzione delle prestazioni e in particolare per deciderne l'ammontare e la durata.

Proporzionalità dell'acquisizione di dati tramite l'assicuratore

Gli assicuratori possono procurarsi solo i dati degli assicurati indispensabili per adempiere i loro compiti legali (finalità).

Proporzionalità della trasmissione di rapporti di operazione e di dimissione dall'ospedale

Sia i rapporti di dimissione dall'ospedale sia quelli di operazione contengono parecchi dati personali degni di particolare protezione sugli assicurati. Queste indicazioni possono essere rese note direttamente (per esempio con la diagnosi) o possono essere dedotte indirettamente da altre fonti. I rapporti di operazione e di dimissione dall'ospedale possono inoltre contenere informazioni inerenti malattie o condizioni psichiche che nella fattispecie non sono state all'origine dell'ospedalizzazione o dell'assistenza medica in istituto.

Secondo il principio di proporzionalità gli assicuratori possono raccogliere soltanto dei dati necessari per stabilire l'obbligo di assunzione delle prestazioni. L'obbligo d'informazione del fornitore di prestazioni riguarda le informazioni oggettivamente necessarie e idonee per poter verificare l'obbligo di assunzione dei costi.

Medico di fiducia

Bisogna assolutamente notare che la persona assicurata può esigere che le informazioni mediche siano comunicate soltanto al medico di fiducia dell'assicuratore. Ove ciò sia giustificato, anche il fornitore di prestazioni è legittimato a comunicare informazioni mediche del paziente soltanto al medico di fiducia dell'assicuratore.

Procedura raccomandata per ospedali, case di cura e assicuratori

Si raccomanda pertanto di procedere come segue:

  • 1. fase: Gli ospedali e le case di cura rilasciano una fattura dettagliata e comprensibile.
  • 2. fase: Se in casi particolari necessita di informazioni supplementari, l'assicuratore può inviare per iscritto al fornitore di prestazioni domande specifiche sul caso in questione. L'assicuratore è tenuto a informare la persona assicurata trasmettendole una copia della richiesta.
  • 3. fase: In via eccezionale, se queste informazioni non fossero sufficienti, un rapporto di dimissione dall'ospedale o di operazione può essere inoltrato all'assicuratore. Una copia informativa è trasmessa dall'assicuratore alla persona assicurata.

Attualizzato in marzo 2010

https://www.edoeb.admin.ch/content/edoeb/it/home/protezione-dei-dati/dokumentation/promemoria/rapporti-di-operazioni-e-di-dimissioni-dallospedale.html