Trasmissione di dati relativi ai propri collaboratori

Trasmissione di dati concernenti i collaboratori alle autorità statunitensi

Diverse banche hanno trasmesso alle autorità statunitensi documenti in cui comparivano nomi, indirizzi e-mail e numeri di telefono di collaboratori in servizio o ex collaboratori e di terzi. Abbiamo perciò proceduto a un accertamento dei fatti presso cinque banche emanando in seguito alcune raccomandazioni con cui abbiamo chiesto l’introduzione di una procedura più trasparente.

Promemoria per le banche riguardante la trasmissione di dati personali alle autorità degli Stati Uniti

Berna, 20.06.2013 - Nell'ambito della risoluzione della controversia fiscale fra le banche svizzere e gli Stati Uniti, riguardo alle future trasmissioni di dati, tutte le banche dovranno attenersi alle disposizioni della legge sulla protezione dei dati, come spiegato nel promemoria qui sotto. 

Adattamento maggio 2014:
Nella nostra nota del 20 giugno 2013 abbiamo richiesto alle banche che ci informano sulla trasmissione di dati personali in relazione alla partecipazione al programma US per, tra l'altro, avere un quadro generale riguardante queste trasmissioni. Dato che nel frattempo è a conoscenza che la maggior parte delle banche partecipano a tale programma e che il Consiglio federale tramite le sue autorizzazioni individuali ha stabilito i principi della protezione dei dati, un'informazione riguardante tale trasmissione di dati personali al IFPDT non è più necessaria.

Pubblicazione delle raccomandazioni alle banche

13.11.2012 - Tutte le cinque banche hanno accettato le raccomandazioni emanate dall'IFPDT il 15 ottobre 2012 relative alla trasmissione di dati personali alle autorità statunitensi.

Raccomandazioni (in tedesco)

Raccomandazioni dell'IFPDT a cinque banche

16.10.2012 - L'Incaricato federale della protezione dei dati e della trasparenza Hanspeter Thür (IFPDT) si è chinato sulla questione della trasmissione ad autorità USA di dati concernenti collaboratori di banche svizzere. Ha condotto numerosi accertamenti dei fatti ed emanato raccomandazioni a cinque banche interessate.

l'IFPDT inasprisce le condizioni

06.09.2012 - Come prima misura nei procedimenti in corso l'IFPDT ha posto alle cinque banche coinvolte condizioni severe per la trasmissione di dati sui dipendenti alle autorità statunitensi. Affinché i collaboratori siano protetti, prima di ciascuna trasmissione le banche devono fornire ai dipendenti informazioni dettagliate e garantire loro la possibilità di prenderne visione per poter far valere i loro diritti.

https://www.edoeb.admin.ch/content/edoeb/it/home/protezione-dei-dati/handel-und-wirtschaft/finanza/trasmissione-di-dati-relativi-ai-propri-collaboratori.html