I social plugin sulle pagine web

Già da tempo le pagine web sono arricchite con contenuti provenienti da terzi. All’inizio si trattava di informazioni borsistiche o bollettini meteorologici, oggi, nell’era dell’interazione avanzata, ci troviamo di fronte a commenti o blog. Per semplificare questa interazione, i fornitori di reti di contatti sociali offrono ai gestori di pagine web i cosiddetti social plugin. Ma con quali conseguenze per la protezione dei dati?

Già nel 2006 ci siamo soffermati sull'analoga problematica dei cosiddetti «webbug» nell'ambito della protezione dei dati, indicando come i gestori di pagine web e gli utenti di Internet possono affrontarla (vedi anche qui). La tematica dei social plugin non è molto diversa: la differenza sta nella loro diffusione, che acuisce la questione della protezione dei dati. In particolare è necessario sottolineare le possibilità di tracking (cioè di tracciabilità) da parte dei fornitori: infatti l'informazione che una pagina è stata consultata è trasmessa sin dall'accesso alla pagina che contiene social plugin.

Al fine di soddisfare le esigenze della legge svizzera sulla protezione dei dati, quando il gestore di una pagina internet presenta contenuti di terzi deve in particolare informare in modo completo l'utente del fatto che l'accesso alla pagina comporta il trattamento dei suoi dati. Il nostro sito fornisce informazioni particolareggiate sugli elementi che devono essere contenuti in una dichiarazione di protezione dei dati e su come procedere nell'elaborazione di una tale dichiarazione.

Inoltre i gestori di siti Internet devono prendere le misure tecniche e organizzative adeguate per evitare lesioni della personalità. Concretamente per quanto riguarda i social plugin, ricordiamo le possibilità di implementazioni scaricabili gratuitamente dalla rete in conformità alle esigenze della protezione dei dati (il cosiddetto «two-click button »).

Gli internauti da parte loro devono assumersi le proprie responsabilità adeguando le abitudini di navigazione in rete e la configurazione del proprio software alla situazione odierna e trovando un compromesso tra la protezione della sfera privata e la comodità in base alle esigenze personali.

https://www.edoeb.admin.ch/content/edoeb/it/home/documentazione/rapporti-d-attivita/vecchi-rapporti/19--rapporto-d-attivita-2011-2012/i-social-plugin-sulle-pagine-web.html