Spiegazioni concernenti la cifratura di e-mail nell’ambito privato

La e-mail è ormai un affermato strumento per lo scambio di informazioni, tanto da essere utilizzato in tutti gli ambiti sociali e con la stessa naturalezza con cui si spedisce una lettera alla Posta. Troppo spesso però si parte dal presupposto che, in termini di sicurezza, l’e-mail offra le stesse garanzie del traffico postale. In realtà le cose non stanno così: l’uso dell’e-mail comporta dei rischi.

Nel caso di un invio postale tradizionale, il mittente verifica sempre la modalità di trasmissione dell’informazione: a seconda del contenuto sceglie una cartolina postale, una lettera, una raccomandata ecc. Nell’ambito di una comunicazione via e-mail, invece, tutti i dati vengono quasi sempre trasmessi senza protezione. Grazie alla comunicazione elettronica, il progresso tecnologico ci permette di stare in contatto con il mondo intero: gli standard di sicurezza sono tuttavia ancora quelli dei tempi in cui si utilizzavano i segnali di fumo.

Peraltro non ci vuole molto a proteggere il contenuto delle comunicazioni via e-mail, analogamente a quanto avviene con gli invii postali tradizionali. Vi presentiamo a questo proposito tre soluzioni per utilizzare la posta elettronica.

E-mail non cifrate: cartoline elettroniche

Il primo metodo è il più semplice. Se si è assolutamente convinti che le informazioni che il mittente intende inviare in via elettronica potrebbero essere trasmesse al destinatario anche su una cartolina postale, non occorre prendere provvedimenti particolari per la protezione della e-mail.

Cifrare il contenuto di una e-mail

La seconda soluzione equivale alla scelta di inviare le informazioni in busta chiusa. In questo caso, se il mittente vuole che le informazioni giungano al destinatario senza essere viste da eventuali intermediari, il contenuto della e-mail deve assolutamente essere cifrato. L’utente ha a disposizione diversi strumenti, che si differenziano per complessità e prezzo. L’opzione ideale è quella al contempo più semplice, economica e sicura. In questo caso proponiamo la cifratura con ClipSecure .

Per cifrare una e-mail, è sufficiente scaricare e avviare ClipSecure. Ecco i singoli passi da seguire per cifrare una e-mail in Microsoft Outlook.

1. Immettere il testo del messaggio in Outlook.
2. Immettere una password dopo aver attivato ClipSecure con il tasto destro del mouse; scegliere <Text mode> e <Encrypt>.
3. Apparirà il testo cifrato della e-mail.

La e-mail cifrata può ora essere inviata. Dopo averla ricevuta, il destinatario potrà decifrarla: per far ciò, avrà bisogno di ClipSecure e della password utilizzata dal mittente per cifrare il messaggio. La password gli potrà essere comunicata per telefono dal mittente. Il destinatario apre la e-mail cifrata, quindi sceglieecon il tasto destro del mouse. Dopo l’immissione della password, nella finestra principale apparirà il testo decifrato.

Cifrare i dati e inviarli in allegato via e-mail

Per la terza soluzione si utilizza ClipSecure per inviare file cifrati via e-mail. La cifratura dei file avviene separatamente, dopo aver cliccato sucon il tasto destro del mouse. Nelle opzioni (sotto File mode) è possibile scegliere se cifrare una copia dei file o i file originali. Si clicca in seguito su. All’utente viene poi chiesto di scegliere i file che intende cifrare ed eventualmente di indicare il nuovo nome del file cifrato. Possono anche essere cifrate diverse serie di file in una sola volta, che all’occorrenza potranno essere compressi in un file ZIP. I file cifrati possono a questo punto essere allegati a una e-mail e inviati. Anche in questo caso occorre comunicare la password al destinatario, affinché questi possa decifrare i file.

È possibile anche combinare i due procedimenti appena esposti, inviando una e-mail cifrata a cui sono stati allegati file cifrati.

Conclusione

I metodi appena descritti soddisfano le esigenze di cui sopra: la cifratura deve poter essere effettuata nel modo più semplice, economico e sicuro possibile. Oltre a ClipSecure il mercato offre ovviamente anche altre soluzioni. Meritano una menzione i software PGP o GnuPG. Tuttavia, la gestione delle chiavi e i parametri di questi software sono leggermente più complessi.

In conclusione invitiamo gli utenti a utilizzare le soluzioni di cifratura disponibili, tenendo conto del grado di riservatezza delle e-mail e delle cognizioni tecniche dei destinatari.

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 30.05.2008

Inizio pagina

https://www.edoeb.admin.ch/content/edoeb/it/home/protezione-dei-dati/Internet_und_Computer/servizi-online/e-mail/spiegazioni-concernenti-la-cifratura-di-e-mail-nellambito-privat.html