Assicurazioni infortuni

Quali sono i dati che un assicuratore infortuni può trattare nell'ambito dei suoi accertamenti?

Gli assicuratori infortuni che esercitano l'assicurazione obbligatoria sono tenuti per legge a effettuare gli accertamenti necessari, ad esempio per valutare il diritto a prestazioni da parte degli assicurati (principio inquisitorio). Le basi legali per il trattamento dei dati da parte degli assicuratori infortuni che esercitano l'assicurazione obbligatoria si trovano nella legge sull'assicurazione contro gli infortuni e nella legge federale sulla parte generale del diritto delle assicurazioni sociali (LPGA).

Gli assicuratori infortuni privati possono trattare dati degli assicurati se vi è un motivo giustificativo. Di norma è necessario il consenso preventivo dell'assicurato affinché gli assicuratori possano ad esempio valutare il diritto a prestazioni in un caso di sinistro.

Ad ogni modo occorre tener presente che sia gli assicuratori infortuni privati sia quelli che esercitano l'assicurazione obbligatoria possono trattare unicamente i dati personali adeguati e necessari per raggiungere uno scopo determinato (principio della proporzionalità). Ad esempio, le osservazioni concernenti un assicurato che non hanno nulla a che vedere con il caso assicurativo specifico non possono rientrare nell'incartamento dell'assicurato. Gli assicuratori infortuni possono inoltre trattare unicamente dati personali esatti concernenti gli assicurati (principio dell'esattezza dei dati). I dati personali sono considerati esatti se rendono correttamente le circostanze e i fatti.

Cosa si può fare se l'assicuratore infortuni tratta dati inesatti concernenti l'assicurato?

L'assicurato può rivolgere all'assicuratore infortuni una domanda d'informazioni per verificare l'esattezza dei dati. Se i dati sono inesatti, l'assicurato ha il cosiddetto diritto di rettifica, vale a dire che può esigere la rettifica dei dati trattati che lo concernono. Il diritto di rettifica è assoluto e illimitato. Se non può essere dimostrata né l'esattezza né l'inesattezza dei dati personali, l'assicurato può chiedere che si aggiunga ai dati una menzione che ne rilevi il carattere contestato.

Le pretese di rettifica nei confronti di assicuratori infortuni privati sono rette dalla procedura di diritto civile. Le pretese nei confronti di assicuratori infortuni che esercitano l'assicurazione obbligatoria vanno fatte valere mediante la procedura amministrativa.

In quali circostanze un assicuratore infortuni deve notificare le sue collezioni di dati all'IFPDT?

Gli assicuratori infortuni che esercitano l'assicurazione obbligatoria sono assicuratori sociali e sono considerati organi federali ai sensi della legge sulla protezione dei dati (LPD) e devono quindi notificare tutte le loro collezioni di dati all'IFPDT.

Gli assicuratori infortuni privati quali persone private che trattano dati personali degni di particolare protezione o profili della personalità o che comunicano dati personali a terzi devono notificare le collezioni se per il trattamento non vi è alcun obbligo legale e le persone interessate non ne sono a conoscenza.

Le collezioni di dati devono essere notificate prima di divenire operazionali.

In quali casi un investigatore privato deve notificare le sue collezioni di dati all'IFPDT?

La condizione è che un investigatore privato tenga una collezione di dati. Per collezione di dati si intende ogni complesso di dati personali la cui struttura permette di ricercare i dati secondo le persone interessate.

Gli investigatori privati che trattano regolarmente dati personali degni di particolare protezione o profili della personalità o che comunicano dati personali a terzi devono notificare le collezioni all'IFPDT.

Le collezioni di dati devono essere notificate prima di divenire operazionali.

https://www.edoeb.admin.ch/content/edoeb/it/home/protezione-dei-dati/versicherungen/assicurazione-malattie-infortuni/assicurazioni-infortuni.html