Il diritto d'accesso

In virtù della legge sulla protezione dei dati, ognuno ha il diritto di sapere quali dati sulla propria persona sono memorizzati e, se necessario, di farli correggere o cancellare. Questo cosiddetto diritto d'accesso permette di mantenere un controllo sui dati personali. Tuttavia è necessario agire in prima persona per godere di questo diritto.

La persona che chiede al detentore di una collezione di dati di accedere ai dati trattati che la riguardano o di farli correggere o cancellare non è tenuta a motivare la richiesta. Andrebbero tuttavia evitate le richieste inutili, che non soltanto procurano molto lavoro, ma potrebbero anche non essere gratuite. In linea di massima l'informazione deve giungervi entro 30 giorni gratuitamente. In determinate condizioni, l'informazione può costarvi fino a 300 franchi. In alcuni casi può essere limitata o rifiutata, nel qual caso questo deve esservi comunicato con una decisione che ne indichi i motivi.

Modo di procedere

L'IFPDT mette a disposizione diversi modelli di lettere tipo che servono per presentare una richiesta d'accesso o chiedere la rettificazione o la cancellazione di dati.

Procedete come segue:

1. memorizzate il modello di cui avete bisogno sul vostro computer;

2. inserite le indicazioni necessarie. Le indicazioni che mancano sono segnalate.

La richiesta d'accesso e l'accesso alle informazioni possono avvenire per via elettronica (p. es. mediante posta elettronica o modulo online) se il detentore della collezione di dati lo prevede esplicitamente. Questi deve adottare gli opportuni provvedimenti per identificare la persona in questione e proteggerne inoltre i dati personali, al momento dell'accesso alle informazioni, da terzi non autorizzati.

Ovviamente la richiesta d'accesso o di cancellazione può anche avvenire per lettera. In questo caso, allegate la copia di un documento ufficiale (in particolare carta d'identità o licenza di condurre). Di norma, potete rendere irriconoscibili i dati che non sono necessari all'identificazione del richiedente (p. es. statura, foto, n. del documento). Il nome/cognome e la data di nascita dovrebbero invece essere leggibili. Eventualmente occorrono ancora altri dati per un’identificazione enequivocabile della persona (p.es. l’indirizzo). Tra l'altro, il detentore della collezione di dati può utilizzare i dati del documento solamente a scopo identificativo. Un utilizzo differente non è ammesso e equivarrebbe a una violazione della legge sulla protezione dei dati. In quel caso le persone interessate potrebbero inoltrare una querela.

Se entro 30 giorni non ricevete alcuna risposta, sussiste ancora la possibilità di presentare la richiesta per raccomandata. Se però la vostra richiesta è urgente o vi occorre la prova dell'avvenuta consegna, è sicuramente più opportuno, sin dall'inizio, firmare la richiesta d'accesso e inviarla per raccomandata, oppure firmare e inviare il documento con un sistema elettronico equivalente.

Se presentate una richiesta d'accesso a nome di una ditta, dovete allegare un estratto del registro di commercio che provi che siete autorizzati a farlo.

Ulteriori informazioni sul diritto d'accesso:

Stato: maggio 2013

https://www.edoeb.admin.ch/content/edoeb/it/home/protezione-dei-dati/visione-generale/il-diritto-d-accesso.html